Visualizzazione post con etichetta alghero. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta alghero. Mostra tutti i post

Spiaggia Lido San Giovanni

Alghero lido San Giovanni


La spiaggia del lido San Giovanni di Alghero, Alla quale si trova la piccola chiesetta che ha dato il medesimo nome San giovanni Battista, cui era annesso un piccolo convento delle Clarisse,  ora trasformato in residence.

La piccola chiesetta ad una navata custodisce un bell'altare maggiore Barocco di stucco, la medesima statua del santo.lungo tale percorso di incontrano lo stabilimento balneare del lido di San giovanni.

La bellissima spiaggia bianca un tempo bianchissima il cui arenile e delineato da un ampio filare di palme. la spiaggia è molto amata non soltanto per la sua bellezza, ma anche per i servizi che offre, con possibilità di prenotazione ombrelloni, oppure piccoli servizi di divertimento.

Sono anche presenti parcheggi alcuni a pagamento altri liberi gratuiti. La spiaggia è molto importate perché permette il riciclo continuo delle correnti che portano in riva la posidonia, genere di piante acquatiche, unico della famiglia delle Posidoniaceae che ossigena il mare. I suoi fondali sono esplorabili dai subacquei, osservare le meraviglie sottomarine con l'uso di pinne e bombole ed altro.

Si possono fare sport, tra cui surf, è una spiaggia anche molto amata dai Kitesurf: molto particolare per la sua lunghezza, sopratutto quando tira vento di maestrale risulta essere molto idonea.



Vi aspettiamo ad Alghero

Santa Maria La palma

Cantina Santa maria la Palma
Cantina Santa Maria la Palma Alghero
La cantina S. Maria la Palma trae le sue origini nel periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale quando, in base ad un decreto emanato a livello nazionale

si procedette all'esproprio di una vastissima area di terra poco remunerativa, dando così vita alla cantina, affidandola a bracciati agricoli.

Si procedette così ad effettuare un adeguata e razionale sperimentazione volta da individuare le culture più adatte alle caratteristiche pedoclimatiche della zona.

I risultati come ben noti misero in evidenza la forte vocazionalità dei territori per un viticoltura di alta qualità in particolare riferita ai vitigni Vermentino, Cannonau, determinando una superficie pilota coltivata a vigneti, e verso la fine degli anni 50 alla successiva nascita della Cantina Sociale ubicata nel centro della zona di produzione, da cui prese proprio lo stesso nome.

La cantina iniziò la sua attività nel 1959, grazie ai sui cento soci fondatori e, nel corso degli anni , ha saputo trasformarsi, affiancando alla struttura iniziale, reparti tecnologicamente super avanzati che le consentono di ottenere di altissima qualità.

Riscoprendone tutti i valori di una terra antichissima la cantina ha saputo evolversi nel corso degli anni con vini sempre migliori riscoprendone alcuni molto antichi., con profumi, tradizioni, che basano la loro fragranza su antichi sapori, avendone cura ed un sempre miglior apprezzamento dei consumatori.

La qualità delle uve, ma anche qualità delle culture sono scelte orientate alla salvaguardia dell'ecosistema ambientale con riscoperte di viti autoctone sempre più antiche, ultima è una cantina sottomarina nella zona del parco di porto conte che conta un migliaio di bottiglie sott'acqua.
Vino Cagnulari Santa Maria la Palma




L'aragosta all'Algherese una prelibatezza

Aragosta all'Algherese

L'aragosta all'algherese
La linea mare è in proporzione di specialità quella più frequentata di alghero. Quest'anno l'Assessorato all'agricoltura a dato il premio nobel di riconoscenza alla Sardegna il 1° premio "alimenti sardi buoni per natura".

Lo sviluppo delle attività turistiche ha moltiplicato in sardegna le strutture ricettive, e i luoghi di ristorazione.

il 2009 ha raddoppiato le presenze con oltre 9 milioni di turisti in visita e ben olte i 3 milioni di turisti stranieri. La line a mare segnatamente, ALGHERO, Cagliari, Carloforte, hanno raddoppiato le presenze straniere grazie anche ad una ottima cucina. Il fatto è che molto spesso si può mangiare del ottimo pesce fresco proprio in questi posti elencati, anche se da un po di tempo si sono sviluppati gli allevamenti e l'acquacoltura.

per l'aragosta la cosa è differente il buon intenditore la distingue nn. solo dal colore, e dalle dimensioni avvolte viene data per forestiera, ma il sapore ed il colore è inimitabile. addirittura si dice che cambia il sapore pur pescata nello stesso luogo.
Alghero e Bosa hanno il primato sull'aragosta, infatti vantano una solida cucina, offrendo ricette marinare di tutto rispetto.

Grotta Verde e Grotta dei Ricami





La Grotta Verde ad ALGHERO merita un incantevole descrizione in questo blog anche perchè poco conosciuta dai turisti situata nel lato orientale di Capo Caccia, all'estremità di Porto Conte poco pubblicizzata.

La grotta anche chiamata Grotta dell' altare, perchè si formo un altare in modo alquanto naturale.
La sua immensa colorazione alle prime luci del mattino regala colori spettacolari dal verde smeraldo al verde intenso.


Il nome deriva proprio dal suo colore verde che ricopre le intere parate di stalattiti. Questa cavità si trova nel piazzale panoramico rivoloto a porto conte, nel versante est di Capo Caccia.


Occorre una guida speleologa per essere visitata. Inoltre risultava abitata fin dall'età del Paleolotico, resti di graffiti, e vasi antichi sono stati trovati lungo i pendii scoscesi della grotta.

Punta cristallo Alghero



Tra la punta Carone (di 171 metri) e la punta del Leone(284 metri) si erge Punta cristallo, che precipita in mare quasi in perpendicolare con i suoi 326 metri. In questo incatevole scenario di guglie e pinnacoli calcarei che dominano il mare di colore cristallino vive una fauna particolare.

"Aragosta di alghero" (unica), e spacie marine protette, per non parlare di spcie terrestri, come il falco pellegrino, e il maestoso falco grifone oramai in estinzione in tutta Europa. E evidente anche una fauna molto esclusiva, palma nana, ginepri, limonium, barba di giove, ginestre, ecc.

Il promontorio termina a Nordo con la Marina di Lioneddu e punta del Gallo, con l'intero promontorio di Cala Viola.Tutto l'intero tragitto e percorribile a piedi o facendo traking, in un arco di giornata, facendo ritorno in strada asfaltata atraverso la riserva naturale e proseguendo fino a Cala del Porticiolo dove parlero' in seguito.

La spiaggia di Mugoni Alghero


Giunti ancora sul percorso Alghero Capo caccia si prosegue verso il Nord Costeggiando la vasta pineta di Mugoni che orla verso la bellisiima Spiaggia di Mugoni sul Fondo nord Orientale di Porto Conte accesibile con una stradetta o meglio dopo una passegiata a piedi. Da non perdere la gita panoramica sul Monte Doglia m437.
Il rilievo è ragiungibile in due modi o in auto attraverso un comodo percorso , o a piedi dalla pineta stessa.

La zona di Portoconte



Superato il nuraghe palmavera la strada si apre per
"Portoconte" una antica Vallata aperta dal mare, chiamata dai Romani Portus NinPharum. Il porto delle Ninfee è anche l'unco porto naturale, di tutta la costa . Superando l'isediamanto di Maristella, un porticciolo turistico,e raggiungendo un faro ben conservato e costruito intorno al 500. Lo splendito paesaggio che si affiora, fa pensare a una tenera apparizione da Film. l'area è limitatata a nord da una vasta spiaggia e ad ovest dalle rupi calcaree culminanti.

Cala D'inferno



Più a nord in Vista dell'isola Foradada, all'interno di Capo Caccia si apre un insenatura Cala D'inferno accessibile solo dal mare, con rocce spattacolari, modellate dall'erosione di un colore unico giallognolo.


da qui la falesia s'innalza ai 199 metri della punta di terra Ruja e ancora più bruscamente ai 271 metri con la Punta della pegna dove si nota la piccolissima torretta della pegna.
  • Cala D'inferno si è subito colpiti dal colore del mare che va dal celeste chiaro al blu intenso . Una spiaggia formata da grossi ciotoli lavorati dal mare nei secoli, un mare che nella sua trasparenza va dal verde al blu intenso dovuto alla sua profondità.

  • verso est lo sguardo abraccia l'intero Porto Conte con i suoi insediamenti di Tramariglio con il suo splendido Porto Turistico.

Capo Caccia



  1. "Capo Caccia alghero". la zona prende il nome dall'intesa attività Venatoria che si svolgeve sul posto, fino al 1960, con cattura di piccioni selvatici, presenti in grande numero.

    uno sperone Roccioso di 168 metri circa, che chiude a sud l'insenatura del Porto conte, pultroppo andando piu allestremità non e accessibile per presenza di militari. la roccia e calcarea. La zona merita un occhio di riguarda anche perchè è uno dei migliori parchi d'Italia dopo L'asinara. Sono da ritenersi straordinarie le escursioni via mare con visita alle grotte di nettuno di Capo Caccia, di questo ho già tratto un post, e anche via terra che dovro scivere presto.

    Ci sono vari sentieri anche via terra , occorre equipaggiarsi con attrezzatura da treking ed un po di allenamento.

Grotte di Nettuno Alghero



Un luogo sicuramente incantevole da Visitare Sono le Grotte di Nettuno ad Alghero.

Aperte soprattutto d'estate , sono visitabili sia via mare che via terra.


  • Queste grotte, tra le più famose della Sardegna, possono essere raggiunte o attraverso la famosa "Escala del Cabirol" - Scala del Capriolo - una scalinata di 656 gradini costruita nel 1954, oppure via mare grazie ai barconi che giornalmente effettuano le loro escursioni partendo dal porto di Alghero o da Cala Dragunara.

Orari visite: ore 11.00 – 12.00 – 13.00 – 14.00 - 15.00 – 16.00 (inizio ultima visita).

l'apertura invernale e limitata dal tempo, se vi sono ampie mareggiate, e chiaro che, sono chiuse.

MERITA :

  • una visita Capo Caccia
  • il parco di capo caccia
  • la grotta verde.

Alghero Guida al centro storico

Alghero-centro storico

Il centro storico di Alghero è un centro prezioso che ha conservato le sue caratteristiche archittettoniche e urbanistiche in cui, anche oggi, è evidente lo stile Catalano dei monumenti e dei palazzi.
numerosi palazzi interessanti come "Palazzo del Veguer","Palazzo Peretti" del XVIII secolo e un raro esempio di architettura civile gotica del XVI secolo come "Palazzo de Ferrera".
il primo monumento che si incontra, in piazza Porta a Terra, è la Torre degli Ebrei, (in origine chiamata Porta Reyal), edificata dagli spagnoli in stile gotico, nel Cinquecento.
Torre Della Maddalena, che è ancora unita ai bastioni omonimi, costruiti nel Seicento.
continuando verso sinistra si arriva nella piazza Civica, dove si trova il Palazzo Aragonese dei marchesi d'Albis, nel quale si dice soggiornò Carlo V.
Dirigendosi verso destra, troviamo il Duomo di Santa Maria: il primo impianto della chiesa risale al XIV secolo, ma fu completamente ricostruita tra il 1562 e il 1579 in stile gotico-catalano, con influenze genovesi. Da vedere nella zona:
necropoli preistorica di Santu Pedru
  • necropoli preistorica di Anghelu Ruiu
  • complesso nuragico i Sant'Imbenia
  • complesso nuragico di Palmavera
  • antica cinta muraria catalana
  • torre dell'Esperò Reial
  • forte de la Magdalena
  • cattedrale di Santa Maria
  • chiesa di San Francesco
  • promontorio di Capo Caccia
  • Grotte di Nettuno
  • Museo della Cantina Sella e Mosca

Vacanze ad Alghero



Alghero una scelta sicura per le tue Vacanze: è un comune della sardegna con molte attrazioni turistiche e naturalistiche. Si trova nella zona nord occidentale della sardegna esposta un po a tutti i venti specialmente al maestrale. E' facilmente raggiungibile in aereo avendo l'aereoporto di Fertilia, sopratutto Alghero è una base grazie alla "RYANAIR" situato a 12 km dalla città, che collega le principali città italiane e europee. E raggiungibile anche via mare avendo un porto turistico di notevole importanza, o raggiungibile da Porto Torres.

  • porto di porto torres
  • aeroporto di Alghero
  • Santa Maria La Palma


  • La città di Alghero, famosa da sempre per il turismo in sardegna, ha avuto un impulso notevole nel turismo straniero grazie ai collegamenti Low Cost che specialmente tramite la compagnia aerea Ryanair sbarca migliaia di cittadini europei nell'isola.

    La visita della città merita una tappa alle torri e alle sue cinta fortificate come non dimenticare la sua storia e i suoi bastioni spagnoli. Alghero centro strorico e un incantevole città ancora con le sue piccole casette con tipologia a torre.

    Nei dintorni sono sicuramente da vedere il Nuraghe Palmavera, La necropoli di Anghelu Ruju, le grotte di nettuno, il centro minerario dell'argentiera, ti apettano piccoli itinerari per fare escursioni, in bici, o in barca non puoi mancare per fere anche delle immersioni.

    Tra le spiagge della zona la più famosa è quella delle Bombarde, situata vicino a fertilia, caratterizzata dall'acqua fredda e cristallina.

    Per chi vuole mangiare bene, Alghero offre l'opportunità di scoprire le specialità della cucina algherese tra cui sicuramente ha un posto di rilievo l'aragosta alla catalana.
    non mancano i divertimneti per i giovani , discoteche, la siesta, e il rusciello ti aspettano, non mancano anche i notevoli bar sui bastioni dove puoi mangiare in ottimi ristoranti e degustare ottimi cocktail ammirando uno splendido paesaggio.
    NON MANCANO STRUTTURE ricettive B&B economici, e se vuoi spostarti in auto puoi avere a disposizione numerosi autonoleggi.

    Top